Pappa Reale | Il Migliaccio with love ;-)
2804
single,single-post,postid-2804,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.7.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive
migliaccio1

Il Migliaccio with love ;-)

With love…., non è perchè oggi è San Valentino, o meglio, lo è, ma è uno scherzetto in quanto il migliaccio è un dolce tipico napoletano che si fa a carnevale ;-)
Dopo le castagnole umbre, per la “par condicio”, non potevo non fare il migliaccio napoletano di cui vado matta.
E’ un dolce molto compatto che si fa con il semolino e la ricotta, è semplicissimo ma molto gustoso e per me rappresenta il dolce di carnevale in assoluto più di ogni altro dolcetto fritto.
La ricetta è di mia mamma, of course, alla quale si possono aggiungere 200 gr di canditi, io li ho omessi come del resto faceva anche lei, e sostituire l’essenza di fior d’arancio con un liquore profumato a piacere.
Ultima nota alla ricetta è che nonostante l’abbia dimezzata rispetto all’originale mi è avanzato un pò di composto che in parte ho spudoratamente leccato con le dita e in parte ho cotto in uno stampino da muffin ;-)
Per il resto in quanto a San Valentino non ho molto da dire, è sempre stata una festa poco sentita per me :-) perciò passo la parola ad altri!


MIGLIACCIO WITH LOVE

cucchiaino50x50 Per una teglia da crostata da 30 cm di diametro.

250 gr di semolino di grano duro
300 gr di zucchero
250 gr di ricotta
1 litro di latte intero
4 uova
50 gr di burro + quello che occorre per imburrare la teglia
la scorza grattugiata di un limone non trattato
2 cucchiai di essenza di fior d’arancio
1 cucchiaino di vaniglia in polvere (o i semini di mezza bacca)
1 pizzico di sal
e

Riscaldare il latte in una pentola capiente a fuoco medio. Prima che bolla, versare il semolino un po’ alla volta mescolando di continuo, quando si comincia a rapprendere e comincia a fare le bolle togliere dal fuoco. Aggiungere il burro, lo zucchero, le uova sbattute, la ricotta precedentemente schiacciata con una forchetta e amalgamare bene il tutto fino a che il composto risulterà omogeneo. Aggiungere i restanti aromi: la scorza di limone grattugiata, il sale, la vaniglia e l’essenza di fior d’arancio. Mescolare il tutto e versare in una teglia imburrata. Cuocere a 190° per un ora, in superficie si dovrà formare una crosticina marrone. Lasciare raffreddare completamente e lasciare riposare 10-12 ore prima di servire.



Migliaccio: tipical napoletan sweet of carnival



migliaccio2

cucchiaino50x50 For a 30 cm of diameter baking tin.

250 gr of durum wheat semolina
300 gr sugar
250 gr ricotta cheese
1 liter of milk
4 eggs
50 g butter + butter what is needed to the mold
the grated zest of one organic lemon
2 tablespoons orange flower essence
1 teaspoon vanilla powder (or half seeds berry)
1 pinch of salt


Heat the milk in a large pot over medium heat. Before to boil, pour the semolina a bit at a time, stirring constantly, when it starts to coagulate and starts to bubble remove from heat. Add the butter, sugar, beaten eggs, ricotta previously crushed with a fork and mix everything well until the mixture will be homogeneous. Add the remaining spices: grated lemon zest, salt, vanilla and orange flower essence. Mix together and pour into a buttered pan. Bake at 190 ° for one hour, on the surface it will form a crispy brown. Allow to cool completely and let rest 10-12 hours before serving.

image_print
Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+Share on LinkedInshare on TumblrPin on Pinterest
6 Comments
  • eleonora

    lunedì, 4 aprile 2011 at 11:10 Rispondi

    Ciao, ma sei campana? Girando qua e là nel tuo sito ho scoperto molte ricette di tradizione campana. Io sono di Cava de’ tirreni, la conosci?

  • terry

    mercoledì, 17 febbraio 2010 at 15:07 Rispondi

    lo sto scoprendo via blogs questo migliaccio e mi sa che mi piacerebbe molto!
    magari lo provo anche se carnevale è finito!:)
    bravissima!

  • Saretta

    lunedì, 15 febbraio 2010 at 12:26 Rispondi

    Questa è una delle cose che voglio fare da tempo, mi hai convintA!

  • miciapallina

    lunedì, 15 febbraio 2010 at 10:44 Rispondi

    Mooolto bella questa ricetta!
    Le tre “S”
    Semplice, Sana, Sfiziosa!
    Ti offendi se me la copio?
    nasinasi…….

    • pappareale

      lunedì, 15 febbraio 2010 at 10:49 Rispondi

      ciao miciapallina :-),
      no che non mi offendo, basta che mi citi se la pubblichi ;-)
      nasinasi

  • Stefania Oliveri

    domenica, 14 febbraio 2010 at 20:24 Rispondi

    Che dire? Intanto che qualsiasi cosa fatta with love (San Valentino o meno) riesce molto bene… e poi se la ricetta è pure della mamma, è sempre una garanzia!
    With love
    Stefania

Post a Comment